ottobre 10

Opossum: le novità dell’ultimo aggiornamento dell’algoritmo di Google

Lo scorso settembre, il motore di ricerca più utilizzato al mondo ha eseguito Opossum, un nuovo aggiornamento all’algoritmo del posizionamento. Tra le tante novità maggiormente significative per il mercato statunitense, un’interessante modifica all’algoritmo ha riguardato invece da vicino il posizionamento dei siti in Italia e il ranking delle ricerche locali dei siti web in Google.

Fino a pochi giorni fa, se un’azienda aveva sede al di fuori di una determinata zona geografica, veniva considerato impossibile posizionare il sito web del business per una keyword “servizio + città”. Se per esempio, la sede di un’impresa si trovava al di fuori dell’area metropolitana di Milano, prima di Opossum, per la ricerca “servizio + milano”, il sito dell’azienda non sarebbe mai potuto comparire in prima pagina, nonostante magari una corretta ottimizzazione on page su codice o di una perfetta creazione di contenuti di qualità. Questo perché Google era funzionalmente limitato nell’interpretare semanticamente la differenza tra servizio “vicino ad una città” e “in città” e per comprendere tale distinzione era necessario che l’utente formulasse richieste specifiche al motore di ricerca come “azienda vicino a Milano che vende questo servizio”.

L’aggiornamento Opossum ha di fatto eliminato questo limite, permettendo a moltissimi siti di realtà situate in zone periferiche di ottenere notevoli miglioramenti nel posizionamento locale dei risultati, previa ovviamente un’impeccabile ottimizzazione SEO eseguita su misura per le nuove specifiche richieste dall’aggiornamento.

Con un update così incisivo e fluttuazioni di posizionamento così elevate per tutte le aziende fuori e dentro ai confini geografici, rivolgersi agli esperti SEO Specialist di AB&A per una consulenza e un aggiornamento dell’ottimizzazione, è la scelta ideale per far sì che il sito della tua attività rimanga sempre al top nelle ricerche.